rassegna stampa Adria Ferries

Albania: la nuova destinazione del turismo italiano

Spiaggia di Himara

 Spiaggia di Himara

 

Le coste e il mare dell'Albania attirano sempre più turisti, soprattutto dall'Italia

Con cinquemila anni di storia, parchi archeologici, siti Unesco, oltre 400 km di costa e un entroterra ancora poco conosciuto, l’Albania rappresenta una destinazione affascinante dalle spiagge incontaminate, l’ospitalità al top, i panorami mozzafiato, il tutto a prezzi davvero contenuti: l’Albania, infatti, è oggi una meta turistica low cost per chi sceglie di trascorrere qui le proprie vacanze estive.

 

Come arrivare?

 

AF Francesca Porto di Durazzo

AF Francesca – Porto di Durazzo

 

La compagnia Adria Ferries propone partenze giornaliere da tre diversi porti italiani affacciati sull’Adriatico: Trieste, Ancona e Bari per Durazzo. Leader nei collegamenti marittimi tra Italia e Albania, con le sue attività, Adria Ferries soddisfa le necessità dei passeggeri in partenza e dei numerosi trasportatori che movimentano merci tra i due paesi. “Nei collegamenti marittimi tra l’Italia e il Paese delle Aquile ad oggi abbiamo ospitato a bordo più di 4,2 milioni di passeggeri con oltre 910mila veicoli al seguito.” - dichiara l’armatore Alberto Rossi, presidente di Adria Ferries.

Molti sono i servizi di qualità innovativi ed integrati che la compagnia mette a disposizione degli ospiti: il settore ristorazione rigorosamente all’insegna del Made in Italy, la nuova area ludica dedicata ai bambini, un ottimo servizio di hotellerie, ma anche procedure all’avanguardia per garantire la sicurezza dei passeggeri.

Altrettanti sono i vantaggi offerti ai clienti che scelgono di viaggiare con Adria Ferries: dall’early booking, alla promozione “ritorni e risparmi” con sconto fino al 50% sul viaggio di ritorno, la gratuità per i bambini, gli sconti per camperisti, motociclisti e gruppi e fino al 35% di sconto nel caso di prenotazione del pacchetto turistico completo di nave + soggiorno con il TO “Il Mondo in mano”.

I traghetti in servizio sono per il momento tre: AF Marina, AF Michela e AF Francesca, a cui si aggiungerà il quarto entro l’anno. Per chi vuole programmare una vacanza in Albania, la compagnia mette a disposizione anche il proprio Tour Operator Il Mondo in Mano per soggiorni mare e diversi tour alla scoperta del Paese delle Aquile.

 

Cosa vedere in Albania?

L’Albania è un’esperienza unica per chi desidera una vacanza a contatto con la natura e la cultura dei luoghi e anche per coloro che hanno una particolare passione per la tradizione culinaria.

 

Spiaggia di Ksamil 

Spiaggia di Ksamil

 

Ksamil si trova nel Sud dell’Albania, affacciata sul Mar Ionio, di fronte all’isola di Corfù (in albanese “ksamil” significa proprio “sei miglia”): fa parte del parco nazionale di Butrinto, area naturale protetta e anche importante sito archeologico. Proprio come quello di Apollonia, fondata dai Greci e poi conquistata dai Romani, che si trova, invece, nel centro dell’Albania. Insieme alle spiagge di Dhermi e Himarë, Ksamil è tra le località turistiche più gettonate dell’Albania.

 

Torre di Durazzo

Torre di Durazzo

 

Viaggiando via mare da Trieste, Ancona e Bari con Adria Ferries, si arriva a Durazzo (Durrës in albanese), il più importante porto albanese: antica città fondata dai coloni greci e conosciuta come Dyrrachium, è stata fino al 1920 capitale dell’Albania ed è oggi il più importante porto albanese. Qui partiva la Via Egnatia, l’antica strada romana che collegava Durazzo ad Istanbul e a pochi passi dal porto si possono ancora vedere i resti della Torre Veneziana e del Castello, distrutto e ricostruito, uno dei luoghi di difesa più importanti dei Balcani. Non lontano si intravedono i resti dell’Anfiteatro romano costruito nel II secolo da Traiano, il più grande dei Balcani con capacità di 15.000 spettatori. Importanti resti archeologici sono conservati nel Museo Archeologico e in quello etnologico, ma è al mercato che si scopre l’anima autentica di ogni città, fra quotidiano e prodotti endemici. In fondo a Bulevardi Dyrrah, il mercato coperto della frutta è un ventaglio di colori, sapori e storie di gente comune.

Da qui, si raggiunge facilmente la capitale Tirana, una città moderna, ravvivata dai colori vivaci voluti dal premier-artista Edi Rama, sindaco della capitale, e caratterizzata da grattacieli, moschee e chiese aperte. Da visitare piazza Skanderbeg, dominata dalla statua equestre dell’eroe nazionale, il Museo Bunk’art, i castelli-fortezza, la chiesa di Kroit, il Ponte dei Conciatori, la moschea Ethem Bey, la cattedrale cattolica di San Paolo e quella ortodossa della Resurrezione. Tirana è anche città universitaria e della cultura, con musei e 5 biblioteche tra cui quella Nazionale con un milione di volumi.

 

Tirana Vista sulla CIttà

Tirana – Vista sulla Città

 

Merita una visita anche Berat, città-museo dalle mille finestre addossata sui pendii di una collina e patrimonio Unesco. Dominata da una fortezza, è circondata da mura con 24 torrioni che racchiudono la Moschea Bianca, la Cattedrale della Dormizione, numerose chiese bizantine, il museo Onufri e il museo Etnografico. Nella zona di Berat, terra di vigneti, negli ultimi anni sono sorte molte aziende che producono vini interessanti come la “Cobo Winery”.

 

Città di Berat

Città di Berat

 

Un’altra località di mare degna di nota è Valona, nel sud dell’Albania, già molto sviluppata dal punto di vista turistico, con hotel di diversi livelli, appartamenti, B&B, ristoranti e locali. Dotata di tutti i servizi necessari ai turisti, Valona può essere una valida alternativa alle rinomate località turistiche dell’Adriatico. Da visitare la moschea Muradie, il Monumento all'Indipendenza in piazza della Bandiera e gli antichi quartieri tra cui quello ebraico.

 

Spiaggia di Valona

Spiaggia di Valona

 

Da Valona si raggiunge facilmente Apollonia, dedicata dai greci al Dio Apollo e fondata nel 588 a.C, città-stato di importanza strategica e logistica per gli scambi commerciali via mare. Oggi è possibile visitare il sito archeologico, ma solo una percentuale minima del sito è finora stata scavata, il tesoro rimane quasi tutto sotterraneo. Una città ricchissima, al centro di traffici commerciali, punto di passaggio della Via Egnatia che conduceva a Costantinopoli. Accanto a chiese bizantine dai capitelli romanici si trovano importanti rovine di epoca classica: un’affascinante combinazione. Mentre Berat è patrimonio Unesco come esempio di città ottomane, Apollonia è candidata ad entrarvi.

 

Apollonia Sito Archeologico

Apollonia – Sito Archeologico

 

Di origini ottomane è anche Argirocastro (in albanese Gjirokastra), a sud dell’Albania, la città-museo situata sul pendio di una collina che domina la valle e conosciuta per il suo massiccio utilizzo della pietra nelle strutture delle abitazioni e nelle strade. Non a caso è anche conosciuta come “la città di pietra” e rappresenta l’incontro della cultura albanese insieme alla cultura greca, ottomana e romana. La città si sviluppa attorno al suo castello situato in cima alla collina: è il secondo più grande dei Balcani e in posizione dominante rispetto a tutta la pianura circostante. Caratteristico è anche il centro storico di Argirocastro, arroccato sulla collina e ricco di splendide case e botteghe artigiane, ristoranti e graziosi hotel.

 

Castello di Argirocastro

Il castello di Argirocastro

 

Il numero dei visitatori stranieri attratti da un Paese ancora autentico, nella sua identità culturale e dalle bellezze inesplorate, continua a crescere. L’Albania, infatti, offre un’ampia gamma di soluzioni adatte a tutti i gusti: per gli sportivi sono tante le attività da praticare all'aria aperta e gli amanti della buona cucina possono provare il gusto di una tradizione culinaria genuina, popolare, legata ai prodotti della terra e del mare e accompagnata da ottimi vini locali. Visitare questo Paese significa godere delle sue bellezze, ma anche contribuire a diffonderne la cultura, i valori e impegnarsi nella sua affermazione come paese protagonista dei Balcani e del Mediterraneo. I turisti italiani scelgono l’Albania anche perché è un paese economicamente accessibile visti i costi ridotti rispetto ad altre mete turistiche dell’Adriatico e facilmente raggiungibile. La compagnia Adria Ferries in poche ore di traghetto collega infatti l’Italia all’Albania con la possibilità di partire dai porti di Ancona, Bari e Trieste a seconda delle esigenze.

Per maggiori approfondimenti visita la sezione Tour Operator 

 

Consulta gli articoli in lingua albanese qui: 

 

  • "Adria Ferries punta sul turismo verso l'Albania" - TREND
  • "Albania, viaggio nel Paese delle Aquile da Tirana a Durazzo" - ANSA ViaggiArt
  • "Le spiagge più belle dell’Albania adriatica"Siviaggia
  • "Albania trendy tra movida e spiagge caraibiche" - Tgcom24
  • "Albania Storia e bellezza da scoprire al di là dell'Adriatico" - Emotions Magazine
  • "Viaggio in Albania da Tirana a Apollonia, passando per Berat e Valona" - Il Sole 24 ore

GUARDA IL VIDEO

Traghetti Italia Albania

Traghetti

info booking adria ferries

Lunedì - Venerdì: 08:30 - 13:00
  14:30 - 19:00
   
Sabato: 09:00 - 13:00

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.